Eccesso di potere

L’eccesso di potere. L’eccesso di potere costituisce violazione di norme giuridiche per il sistema amministrativo, la cui autonomia è nata con la norma sull’eccesso di potere


Crea sito


eccesso, potere


Con la legge 3761 del 1877 per la prima volta viene considerato come vizio dell'atto amministrativo anche l'eccesso di potere. In effetti la legge non dava una definizione dell'eccesso di potere, che fu quindi lasciata alla dottrina e alla giurisprudenza. . Attraverso la giurisprudenza “pretoria” del Consiglio di Stato sulla scorta della parallela esperienza del Consiglio di Stato Francese, si sono formate delle figure tipiche di eccesso di potere, che costituivano violazioni di vere e proprie norme giuridiche . Tali figure di eccesso di potere sono: sviamento di potere; travisamento ed erronea valutazione dei fatti; illogicità e contradditorietà dell'atto; contraddittorietà tra più atti successivi; inosservanza di circolari; disparità di trattamento; violazione e vizi del procedimento, vizi della volontà ,mancanza di idonei parametri di riferimento ed ingiustizia manifesta. Quest’ultima merita un discorso a parte perchè, come vedremo in seguito, può essere considerata una norma di chiusura dell’eccesso di potere.
Queste figure sono accomunate dal fatto che l’eccesso di potere è un vizio che attiene all’ utilizzo della discrezionalità amministrativa, nel senso che ne fa presumere la dissonanza con l’interesse pubblico e la cui presenza implica la violazione di vere e proprie norme giuridiche.
Il legislatore, infatti, non ritenendo sufficiente la tutela del cittadino e dell’interesse pubblico fornita dall’interpretazione solo formale delle leggi, secondo la loro lettera, come richiesto al Giudice ordinario, secondo il criterio oggi recepito dall’art. 12 delle preleggi e volendo anche dare una protezione sostanziale ad esigenze di Giustizia Amministrativa, ha introdotto la figura dell’eccesso di potere e ne ha attribuito l’ attuazione e elaborazione ad un giudice specializzato: il Consiglio di Stato.
Per ottenere una tutela contro l’ingiustizia di atti della P.A. da parte di norme giuridiche, occorre che tale ingiustizia non sia opinabile ma consista in una violazione di valori recepiti in forme specifiche per soddisfare l’esigenza della certezza del Diritto . Per questo l’atto ha un vizio di legittimità quando l’ingiustizia sostanziale è certa. Per stabilire la certezza dell’ingiustizia bisogna rifarsi a delle figure tipiche di eccesso di potere ,elaborate dalla giurisprudenza che costituiscono delle vere e proprie norme giuridiche, che la P.A. non può violare.
In questa maniera si ottiene la coniugazione delle esigenze di giustizia con quelle della certezza. Non a caso c’è poi una figura di chiusura dell’eccesso di potere che è l’ingiustizia manifesta, in cui la certezza dell’ingiustizia non deriva dalla corrispondenza a figure tipiche di eccesso di potere ma è evidente di per se stessa, per cui costituisce di per sé eccesso di potere. .



Avv. Giuseppe Tarditi







Argomenti correlati

Picasso. Les demoiselles d’Avignon

Improvvisazione 26. Kandinsky

Van Gogh. Campo di grano con corvi

Picasso nell'opera Guernica

La Persistenza della memoria di Dalì

Anatocismo

Art. 117 TUB

Conflitto tra Cassazione e Consiglio di Stato

Eccesso di potere

Eccesso di potere, vizio di legittimità e merito

Interesse legittimo e diritto soggettivo

Interesse ultralegale nel conto corrente

Prescrizione in tema di anatocismo illegittimo

Energia solare

I ritratti di Marilyn Monroe di Andy Warhol

Andy Warhol. Campbell's soup. La pop art

I Prigioni di Michelangelo: analisi iconologica e commento

Il David di Donatello: analisi dell’opera e commento

Analisi dell'opera La Coscienza di Zeno di Italo Svevo

La persistenza della memoria di Dalì ed il flusso di Coscienza in Joyce

Filosofia di San Agostino

Filosofia di Bergson

Freud. Il concetto di tempo sotto il profilo della psicologia

Freud e Bergson

Analisi de il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello e la Coscienza di Zeno di Italo Svevo

Dalla Coscienza di Zeno di Italo Svevo al cubismo e Guernica di Pablo Picasso

Il concetto di tempo analizzato nelle opere del filosofo Bergson

Bergson. Il concetto di tempo e durata

Impressione al tramontare del sole di Claude Monet

Delacroix: analisi dell'opera La libertà che guida il popolo

Analisi e commento dell’opera I papaveri di Monet

Monet: La cattedrale di Rouen. Analisi e commento dell’opera

Arcimboldo. Rodolfo II in veste di Vertunno

Vincent Van Gogh: I mangiatori di patate

Il passero solitario di Leopardi

Anatocismo : decorrenza prescrizione decennale

Anatocismo: Sentenza Cassazione Sezioni Unite 2 dic. 2010

Patteggiamento: rimborso spese legali

Il segno della Croce

Padre Nostro

Veni creator spiritus

Numeri. I numeri sono finiti; come qualsiasi creazione umana, i numeri sono a misura d’uomo

Piero della Francesca. L’Annunciazione

IRAP Artigiani, Taxisti, Coltivatori Diretti

Lodo Mondadori. Considerazioni di teoria generale del diritto sulla “guerra di Segrate” tra Cir (De Benedetti) e Fininvest (Berlusconi)

IRAP : anche per l’agente di commercio ed i promotori finanziari è necessaria l’ AUTONOMA ORGANIZZAZIONE

Conflitto tra Consiglio di Stato e Cassazione: il risarcimento del danno da interesse legittimo

Contratto di conto corrente - anatocismo ed interessi superiori al tasso legale

Anche la Cassazione produce la sua lenzuolata: 11 sentenze sull’IRAP

ADR…una soluzione per la giustizia, un problema per il legislatore

Interpretazione della norma giuridica e diritto oggetivo

Sull’ammissibilità di costituzione di parte civile nel processo penale nei confronti degli enti responsabili ex d.l.vo 231/01

Legge Pinto - Sentenza Corte di Cassazione Sezioni unite 26 gennaio 2004 n. 1340

La conciliazione: un beneficio per ridurre i costi della giustizia

Ragionevole durata del processo: applicazione legge Pinto e rapporti con la Corte Europea dei Diritti Umani

Processo Parmalat di Milano

Sentenze su anatocismo, interessi ultralegali e prescrizione

Sentenze Corte di Cassazione 8.2.2007 sez. V (tributaria)

Decisioni Corte Costituzionale Cassazione e Consiglio di Stato in tema di Pregiudizialità Amministrativa

Sentenza Cassazione Sezioni Unite 2009 n. 12108 IRAP

L’organizzazione interna del Parlamento europeo: i gruppi e lo status del parlamentare

home